fbpx

L’estate ormai non è più soltanto un ricordo lontano e possiamo finalmente ricominciare a sognare le lunghe e calde giornate di sole al mare, di fronte ad un bel tramonto e con un cocktail in mano.
Pensate a quanto sia bello tutto questo, specialmente se accompagnato dall’outfit perfetto. L’estate è libertà, deve esserlo anche nel modo di vestire: niente abiti impegnativi, basta un buon costume e degli accessori per rendere tutto très chic!
Oggi voglio proporvi non un vero e proprio look, ma dei pezzi iconici di MC2 Saint Barth che non devono assolutamente mancare in valigia! Costume: due pezzi o intero? Beh, io consiglio entrambi. Un due pezzi, come il modello in rosa, è più adatto per il giorno, sia per i colori che per il design. A questo possiamo abbinare un beauty case e una maxi bag in pendant, veri e propri must di questa stagione.

Inoltre, per chi volesse un bikini con tanto di copri costume, il modello tropical è quello giusto! Per quanto riguarda, invece, il costume intero, c’è l’imbarazzo della scelta. Nella mia wishlist c’è già il modello con le maioliche, molto stile Capri, adatto a qualsiasi contesto. Anche qui, completerei il look con degli accessori abbinati o, se vogliamo rendere il tutto più strong, un jeans a vita bassa e via, voliamo direttamente a Los Angeles. Gli accessori proposti in questa collezione mi piacciono davvero molto, sono diversi e molto versatili. I borsalini da abbinare ai costumi sono molto chic, le maxi bags vengono riproposte in tante colorazioni diverse e, nonostante la taglia, sono poco impegnative; i sandali, con fantasia a quadri, sono una delle tendenze più amate di quest’anno. Ragazze, fatevi guidare dal buon gusto e, per quest’estate, scegliete uno dei pezzi iconici Saint Barth, sono sicura che non ve ne pentirete e che sarete le più fashion della spiaggia (e non solo)!
Come sempre, spero che i miei consigli vi siano d’aiuto.

Per ricevere consigli giornalieri, seguitemi su Instagram:
                          @susy.scola @ilookdisusy

                                              Xoxo,
                                           Susy Scola